#BARcamp Cittadini 2.0

benvenuto nel barCAMP #BiblioVerifica, Cittadini 2.0


NIENTE SPETTATORI, SOLO PARTECIPANTI

CREA IL TUO PROFILO PERSONALE




Tutti i partecipanti devono mostrare una demo, preparare una presentazione/discussione, una sessione o aiutare in una. Altrimenti possono offrirsi come volontari e contribuire in qualche modo al supporto dell’evento.

Tutte le presentazioni devono avvenire il giorno del barcamp. Preparala in anticipo ma soprattutto arriva presto al mattino in modo da prendere uno spazio sul muro con il post-it col titolo della presentazione.

Le persone presenti all’evento sceglieranno quali demo o presentazioni vogliono ascoltare.

Chi presenta si impegna a pubblicare su web le slide, le note, l’audio e/o il video della sua presentazione, in modo che anche chi non era presente ne possa beneficiare.

 

Come realizziamo il  BarCamp?

Nonostante la apparente assenza di regole che lo contraddistingue, il BarCamp ha bisogno di una serie di condizioni di partenza che ne garantiscono il successo rispetto agli scopi preposti:

– il livello di “engagement” e interesse dei partecipanti deve essere alto: sono loro che propongono i temi e vestono i panni dei relatori. Partecipanti poco interessati al tema daranno vita ad un lavoro inefficiente.

– la preparazione all’evento e’ senza vincoli di luogo/tempo, essendo un SOCIAL BAR CAMP, in qualsiasi momento i redattori possono divulgare tramite blog, chat e social il loro contributo e le proposte pro fact checking e contro fake news, tramite strategie – strumenti – fonti di ricerca.

– la comunicazione ex ante, durante ed ex post rispetto alla giornata facilita il lavoro e permette una partecipazione ampia, una corretta fluidità della circolazione di conoscenze durante il BarCamp e la diffusione dei risultati nelle giornate successive all’evento. Per organizzare il BarCamp è prioritario di diffondere le informazioni rispetto all’evento attraverso siti web, social network o mail list, richiedendo alle persone di individuare il tema di interesse in anticipo e di confermare la loro presenza.

E’ necessario informare i potenziali partecipanti almeno tre settimane prima dell’incontro.

I protagonisti del BarCamp, come è stato gia’ detto, sono tutti quei partecipanti che hanno, non solo voglia di ascoltare e partecipare, ma anche di contribuire e sono definiti BarCamper.

La regola fondamentale che viene seguita è quella che nessuno sia spettatore, ma che tutti contribuiscano alla riuscita dell’evento presentando un’idea, una proposta, un progetto attraverso un video, delle slides o un paper, partecipando alla discussione e/o aiutando nell’organizzazione.

Come funziona il Barcamp on site: Il giorno previsto per il BarCamp i partecipanti si incontrano di persona in una sala e si avviano i lavori. Nel BarCamp non esiste una rigida scaletta degli interventi e degli argomenti da trattare.
L’evento comincia solitamente, con un’introduzione degli organizzatori sulle finalità dell’evento, il codice comportamentale della giornata e i parametri.

Per parametri si intende:
– l’inizio e la fine dell’evento,
– la durata delle sessioni,
– le pause,
– le regole per accedere alla rete senza fili,
– il tempo assegnato ad ogni partecipante, (circa 5 minuti per ogni presentazione)
– … tutto ciò preventivamente concordato sul gruppo facebook

I partecipanti sono invitati a scrivere i propri nomi e l’argomento della sessione che presentano su un foglio A4, poi ogni partecipante annuncia il titolo della propria sessione a tutta la stanza, affiggendo il foglio su di una parete precedentemente disposta. Quando tutte le sessioni sono state pubblicate sulla parete, i partecipanti consultano il programma che sarà stato redatto da coloro che guidano le sessioni. Il confronto e la discussione avviene all’interno dei singoli tavoli di discussione composti dai partecipanti, al massimo 10 per tavolo e da un facilitatore.

I principi o meglio la linea comportamentale che “regola” il Barcamp è, solitamente, quella mutuata dall’Open Space Technology:  la Legge dei due Piedi:«Ogni persona che non sta apprendendo o non contribuisce ad un gruppo deve cambiare gruppo, deve usare i piedi per andare altrove».  A fine giornata, i risultati di ciascun tavolo vengono poi illustrati agli altri tavoli e viene chiesto a tutti di esprimere un giudizio sul lavoro di ciascun tavolo, in modo da pervenire ad una sorta di graduatoria dei lavori ritenuti più interessanti e meritevoli di ulteriore (e successivo) approfondimento.

Come organizzare un Barcamp
Si potrebbe pensare che una “non conferenza” sia piu’ facile da organizzare: invece è vero il contrario. Proprio perché si parla di web, di condivisione, di confronto orizzontale dove non c’è una divisione tra relatori e pubblico, è necessario che l’organizzazione non sia improvvisata e dispersiva altrimenti c’è il rischio di non sfruttare appieno il potenziale del format.

Per questo, di seguito, riportiamo elencati, alcuni degli steps fondamentali da seguire per la buona riuscita nell’organizzazione di un Barcamp:

  1. Definire un tema specifico e alcuni sottotemi, solitamente 8-10, che possono essere integrati da alcune proposte dei partecipati, a ciascun tema corrisponderà un tavolo di discussione.
  2. Definire la data in cui si terrà il BarCamp verificando che nello stesso giorno non ci siano altri eventi pubblici che potrebbero sovrapporsi al tema scelto.
  3. Aprire una mailing list collaborativa per uno scambio veloce tra i collaboratori/organizzatori
  4. Aprire una pagina on line sul sito ufficiale Barcamp e relativo blog.
  5. Selezionare e invitare i moderatori in base alle loro competenze rispetto al tema generale, e informarli delle finalità del Barcamp almeno qualche settimana prima
  6. Individuare una sala dove realizzare il BarCamp in grado di ospitare in un unico ambiente i diversi tavoli di discussione, meglio se rotondi, facilmente raggiungibile, dotata di connessione wireless per i portatili dei partecipanti, streaming video, impianto audio per microfoni,  lavagne, proiettori, ecc.
  7. Aprire un wiki dove gli organizzatori potranno pianificare, sempre in modo collaborativo, il BarCamp e dove potranno essere raccolte idee, suggerimenti e adesioni dei partecipanti.
  8. Fare pubblicita’ all’iniziativa sul web soprattutto attraverso i social network e sul sito dedicato al barcamp.

Le Regole del Bar Camp

  • Regola 1: Si parla del Bar Camp.
  • Regola 2: Si blogga del Bar Camp.
  • Regola 3: Se vuoi partecipare, devi scrivere il tuo argomento e il nome in uno spazio di presentazione sul muro.
  • Regola 4: Le introduzioni riducile a solo di tre parole.
  • Regola 5: In ogni istante, ci sono tante presentazioni simultanee quante ne permette la struttura (e almeno una per stanza).
  • Regola 6: Nessuna presentazione proposta nei giorni precedenti al Bar Camp, nessun turista.
  • Regola 7: Le presentazioni durano finche’ devono durare o finche’ non collidono con un intervallo temporale assegnato ad un’altra presentazione.
  • Regola 8: Se questa e’ la tua prima volta al Bar Camp, DEVI presentare. (Ok, non e’ che DEVI proprio a tutti i costi pero’ cerca di trovare qualcuno con cui presentare o almeno fai domande e partecipa in maniera attiva e interattiva).